Potresti avere familiarità con un piccolo concetto chiamato Minimum Viable Product.



È l'idea che, per testare un prodotto, esponi una sua prima versione agli utenti target, raccogli dati pertinenti e impari da questi per iterare.



Può sembrare un buon senso, ma ripensa a Windows 98, il classico software in scatola che ricordi di aver installato e di dover aspettare un anno o più per il prossimo aggiornamento. Nessun miglioramento fino alla successiva copia fisica del software nelle tue mani .





Allora era tutto o niente. Ma la vita nel digitale ci ha spinto verso l'adozione di approcci più agili allo sviluppo.

E se potessi prendere l'idea di Minimum Viable Product e applicarla al processo aziendale della tua organizzazione?

I processi possono essere gonfiati, abusati, prolungare la loro accoglienza. Allora perché non instillare una filosofia di un minimo vitale Processi —Trovare le soluzioni più piccole possibili per supportare i problemi di fronte a te? Adattarti attraverso le prime versioni di una pratica piuttosto che costruire un piano lungo e rimanere fedele a un processo fisso che sai si interromperà?



Chi teme di più la burocrazia di un processo eccessivo? Organizzazioni ad alta crescita. In particolare nello spazio tecnologico, dove un Metodologia agile è popolare, ma forse non sempre implementato in modo impegnato. Una mentalità da MVP può aiutare.



Sprout non è estraneo ai dolori della crescita. In qualità di Direttore della gestione del programma, mi sono trovato di fronte al compito di ristrutturare internamente la collaborazione tra due dipartimenti, Marketing e Creativo, tutti sulla scia del raddoppio delle dimensioni come azienda.

Alcuni aspetti chiave ci hanno portato a dove siamo ora: creare e allineare le squadre, enfatizzare la comunicazione, sviluppare flussi di lavoro di auto-guarigione e perfezionare il nostro processo settimana dopo settimana.



Un modello più democratizzato

Nell'applicazione tradizionale di Minimum Viable Product, stai iterando per produrre di più. Ma come tecnica di gestione del progetto, stai iterando per produrre meno: meno lavori pesanti, meno confusione, meno strati.



Il processo si riduce, ma restituisci quel potere al team in altri luoghi, ad esempio promuovendo una maggiore titolarità alle persone coinvolte nel lavoro svolto all'interno della tua organizzazione.



Ciò che ottieni è la versione più piccola, più veloce e allo stesso tempo più funzionale del tuo processo collaborativo. Qualcosa che può essere testato facilmente, più e più volte, finché non funziona.

Puoi pensare a MV Process come una pagina di Wikipedia: la risposta è lì, ma la risposta si evolverà nel tempo.

Squadre di auto-guarigione

Questa filosofia è nata dal movimento Lean Startup. È sottolineato dalla premessa che le aziende dovrebbero sviluppare prodotti e processi in modo iterativo ea piccoli passi al fine di ridurre i rischi e salvare le organizzazioni da spese eccessive e crescenti. Era proposto per la prima volta da Eric Ries che ha utilizzato la sua esperienza nel mondo delle startup per sviluppare un modo snello per creare aziende in rapida crescita.

Per dare il via alle cose nella nostra ristrutturazione, abbiamo iniziato con l'allineamento della squadra. Invece di lavorare a porte chiuse, perfezionando un flusso di lavoro utopico, dovevamo riunire le nostre squadre appena formate. Abbiamo stabilito una cadenza di stand-up veloci, di persona e quotidiani che forniscono al team un forum per sollevare e risolvere i problemi su base giornaliera.


747 numero angelico amore

Va bene ammettere che le cose erano rotte. Guardando il file sprint in cui i nostri team di marketing e creativo avevano collaborato era come avvicinarsi a un nuovo progetto. C'erano nuovi ruoli, nuovi team, nuove iniziative e tuttavia lo stesso vecchio processo. Dovevamo ammettere che non aveva più senso: se il cambiamento è costante, perché, logicamente, dovremmo operare su un processo fisso?

Come con qualsiasi nuovo processo, le persone avevano domande. Invece di concentrarsi sulla tattica di fissare uno sprint, il problema più grande era garantire alle persone la comprensione in modo da poter andare avanti. Alle domande di tutti bisognava rispondere in modo efficiente e ponderato.

Abbiamo creato un documento per tenere traccia dei problemi che i team ritenevano di non poter risolvere. I project manager hanno quindi sollevato tali questioni fino alla leadership, assicurando l'allineamento della gestione in modo che i singoli contributori non debbano litigare tra loro.

La direzione si è intensificata. Ora che avevamo un forum per ascoltare i problemi ogni giorno, eravamo anche responsabili dell'affrontare i problemi difficili che in precedenza erano stati sepolti senza un chiaro proprietario. Ciò ha costretto una sorta di allineamento che alla fine ha creato fiducia con le squadre quando hanno iniziato a vedere i muri di vecchi silos crollare. Il team nel suo insieme è stato in grado di vedere che le decisioni venivano prese rapidamente, il che ha avviato alcune delle guarigioni suggerite dalla ristrutturazione.

Quello a cui stiamo lavorando è un team che è più forte nella comunicazione e non ha paura dei problemi. L'enfasi sulla comunicazione costruttiva e democratizzata incoraggia le scommesse più grandi lungo la strada. Stai costruendo un'unità che correrà dei rischi perché hanno la fiducia necessaria per risolvere mentre procedono. Ogni volta si ha un'idea migliore di ciò a cui le persone reagiscono e si offre valore più velocemente.

Questa è auto-guarigione. Quando una squadra viene 'ferita' o si occupa di qualcosa di inaspettato, ora è tutto pronto per risolvere i propri problemi e aumentare gli oggetti più grandi con la certezza che ci sarà una rapida risoluzione.

Non possiamo mai evitare le sfide. Se l'obiettivo della tua organizzazione è evitare le sfide, non crescerai mai. È meglio creare una squadra per affrontare i problemi a testa alta. E una persona non dovrebbe mai pensare a come rispondere a tutte le sfide. Stabilire un processo che democratizzi il team e dia voce a ogni singolo collaboratore.

Morte per forme di assunzione

Non la morte per forme di assunzione, ma morte di forme di assunzione.

Probabilmente pensi ai moduli di assunzione come requisiti semplificati, consolidati e informativi affinché qualsiasi processo funzioni senza intoppi. È comprensibile. Ma se lo analizzi veramente, ogni squadra ha il proprio processo speciale con specifiche di assunzione e spingere la carta in giro non è un buon punto di partenza per qualsiasi squadra funzionante.

Lo scopo dello sviluppo di un modello di squadra era incoraggiare una sana collaborazione tra i team tra Marketing e Creativo — convincere tutte le persone coinvolte in un progetto in una stanza a lavorare insieme, eliminando le forme e essenzialmente stabilendo le regole della strada mentre si procede.

Invece di processi unilaterali, o peggio, una persona non collegata affatto agli impatti che progettano un processo, abbiamo messo i due membri del team principale coinvolti in un progetto faccia a faccia e abbiamo chiesto: 'Cosa funzionerebbe meglio per soddisfare entrambi delle tue esigenze? '

Quello che stiamo scoprendo è che questo metodo di risoluzione dei problemi più facilmente ed efficientemente atterra su un processo ragionevole. E c'è molto più buy-in da seguire perché sai che stai aiutando una persona reale, non solo seguendo formalità o domande arbitrarie su un modulo.

Affinando le nostre regole della strada settimana dopo settimana e documentando ogni fase del percorso, stiamo letteralmente imparando e crescendo. Le riunioni di cui ci rendiamo conto che non abbiamo più bisogno vengono annullate e questo è tutto grazie al livello di comunicazione di persona che stiamo promuovendo.

Servire sempre le persone

Ora che sono andato avanti così a lungo, ti svelerò un segreto: niente di tutto questo riguarda davvero il processo. Si tratta di persone.


vedere 11 ovunque

È troppo facile provare a creare un processo che risolva ogni possibile problema. Definire e documentare un piano che risolva ogni caso limite è troppo complesso, troppo arido e diventerà presto obsoleto man mano che la tua azienda continua a crescere.

Puoi trovare la soluzione sistematica assolutamente perfetta, ma se manca delle sfumature che lo rendono un processo personale, nessuno lo seguirà.

Le organizzazioni devono capire che la certezza filosofica di approcci agili senza praticarli è solo una sciocchezza. Il processo è un riflesso della cultura aziendale. Il modo in cui operi è ciò che le persone all'interno delle pareti del tuo ufficio se ne andranno ogni giorno. Impegnati a promuovere e sfruttare un feedback costante, rileggi i processi su cui ti trovi e mettiti nella mente di nuovi membri del team: possono navigare in ciò che hai creato senza il tuo aiuto?

Alla fine della giornata, non si tratta di concentrarsi su quanto hai risolto, ma su quanto sia accessibile e di supporto il processo che hai costruito è per le persone che ci lavorano.

E questo è l'opposto della burocrazia.